lunedì , 29 Novembre 2021

Teatro Diana – “Mettici la mano”

Dal 22 Ottobre al 21 Novembre 2021 ricomincia la stagione del Teatro Diana al Vomero con una Prima Nazionale, una nuova e inedita commedia di Maurizio De Giovanni che proporrà sul palco due bravi attori della fiction televisiva “Il commissario Ricciardi”. Parliamo dei bravissimi Antonio Milo e Adriano Falivene, interpreti nella fortunatissima serie televisiva dei famosi personaggi del Brigadiere Maione e del suo confidente, Bambinella.

In “Mettici la mano”, che vede la regia di Alessandro D’Alatri lo stesso regista dei “Il commissario Ricciardi” e della 2^ serie dei “Bastardi di Pizzofalcone” Antonio Milo e Adriano Falivene saranno sul palco del Teatro Diana assieme alla brava Elisabetta Mirra per questo nuovo e inedito testo scritto dallo stesso Maurizio de Giovanni.

Un altro bel lavoro di Maurizio de Giovanni

Due bravissimi attori e un magnifico scrittore, tutti napoletani, ci faranno rivivere dal vivo sul palco del Teatro Diana una storia “alla Di Giovanni” sullo stile di quelle del “Commissario”. Il brigadiere Maione e il femminiello Bambinella, i bravi Antonio Milo e Adriano Falivene, sono a loro agio nell’ambientazione napoletana di questa commedia: stavolta li troviamo nel 1943 in una Napoli devastata dagli allarmi e dai bombardamenti e logorata da anni di guerra ma sempre con la sua carica di umanità e di amore per la vita.

La vicenda si svolge in un rifugio sotterraneo, tra il fragore delle bombe e l’incombenza della possibile morte, e vede dialogare tra loro Bambinella, il Brigadiere Maione e Melina, una donna che Maione ha arrestato, per aver ucciso un Marchese suo datore di lavoro. Un dialogo serrato tra i tre occupanti, alla presenza di una statua della Madonna, per capire cosa è realmente accaduto nel palazzo del Marchese di Roccafusca.

Brava anche Elisabetta Mirra nel ruolo di Melina, una donna forte che rappresenta benissimo il sacrificio femminile di quella terribile epoca. Belle anche le musiche di Marco Zurzolo per una commedia da non perdere che ben festeggia la riapertura del teatro Diana.