domenica , 2 Ottobre 2022

La notte delle fate e delle candele

In viaggio nel mondo delle fate: richiami ancestrali che fanno eco al nostro io più interno per riportarci al risveglio di coscienze ormai dimenticate. Un viaggio attraverso paradisi nascosti e mondi che troppo spesso vengono lasciati a sopire al di là del velo.

L’evento, illuminato da minuscoli lumini, le candele, che rievocano i fuochi fatui, si svolgerà il 22 Luglio (alle 20.30) nella splendida location del suggestivo Museo Contadino di Somma Vesuviana.

Dopo lo spettacolo è previsto un aperitivo, non obbligatorio, organizzato dalla suggestiva struttura del Museo.

La piece teatrale, che comprende performance di musica, teatro e danza, verrà accompagnata dei suoni magici del violino della musicista Anna Rita Di Pace. Sulle note dell’arpa i passi di danza di Luisa Leone, per la regia di Livia Berté.
Durante la performance agli spettatori più coraggiosi verrà regalata una lettura delle rune.

L’estate è da sempre, in letteratura e musica, oggetto di racconti fantastici e canzoni di tempi antichi e da tutti è cantata come il momento in cui il velo che divide i mondi si assottiglia fino a scomparire e, senza accorgersene, si può accedere al mondo delle fate.
Per una notte all’anno il piccolo popolo decide di svelarsi… e concedere agli umani un pò della sua divina bellezza e fatata magia.
In questo spettacolo scritto e diretto da Livia Berté il pubblico compirà un vero e proprio viaggio nel mondo delle fate. Attraverso il “cammino” alcuni spiriti guida condurranno gli spettatori nel punto che accoglie gli esseri dell’altro mondo, e dopo aver esperienziato tutte le caratteristiche di questo regno fatato, abituando la vista all’imbrunire, le fate offrono ai loro prescelti per permettere di restare nel loro regno, assisteranno, come graditi e prescelti ospiti alla festa che il re e la regina delle fate organizzano nella notte più bella di tutta l’estate.

REGIA: Livia Berté

IN SCENA:
Livia Berté
Luisa Leone

MUSICHE: Gianluca Rovinello

Lo spettacolo ha inizio alle ore 20,30 presso il Museo Contadino di Somma Vesuviana.
Arrivo in sito almeno 15 minuti prima al fine di permettere uno scorrevole svolgimento della rappresentazione.