mercoledì , 30 Novembre 2022

Napoli Creattiva: torna la fiera nazionale delle arti manuali

Da venerdì 11 a domenica 13 novembre la Mostra d’Oltremare di Napoli torna ad ospitare Creattiva, la fiera nazionale organizzata da Promoberg dedicata al variegato e multicolorato pianeta delle arti manuali.

La manifestazione della società che gestisce la Fiera di Bergamo taglia il traguardo delle undici edizioni nel capoluogo partenopeo con la partecipazione di una novantina di imprese, provenienti da tredici regioni italiane e cinque stati esteri, distribuite sui 6mila metri quadrati dei padiglioni 5 e 6 del polo fieristico di viale J.F. Kennedy. La rappresentativa più folta, come da tradizione, è quella campana, con 28 imprese, per la maggior parte con sede nella Città Metropolitana di Napoli; due gli espositori di Avellino e provincia, uno a testa per le province di Caserta e Salerno. Sul secondo gradino delle regioni resta saldamente la Lombardia (19 imprese), terzo posto al Veneto (otto imprese).

Venerdì l’apertura al pubblico sarà anticipata (ore 9:45) dalla cerimonia d’inaugurazione con le autorità presso l’ingresso dei padiglioni 5 e 6. Prima del tradizionale taglio del nastro, sono previsti gli interventi del presidente della Mostra d’Oltremare, Remo Minopoli, del presidente di Promoberg, Luciano Patelli, e dell’assessora alle Politiche giovanili e al Lavoro del Comune di Napoli, Chiara Marciani.

Oltre all’area espositiva, dove si può trovare tutto il meglio per realizzare con le proprie mani prodotti nel segno della fantasia e dell’originalità, le tante appassionate di Creattiva (la quasi totalità di chi vi partecipa è di sesso femminile) hanno come sempre la possibilità di scegliere tra quali delle centinaia di eventi collaterali proposti dagli organizzatori e dagli stessi espositori partecipare: laboratori, dimostrazioni, corsi, e work shop che le trasformano nelle protagoniste assolute della manifestazione. Con Creattiva si ha la grande opportunità di apprendere dal vivo, da mani e menti sapienti, le tecniche e i materiali migliori per creare prodotti personalizzati, spaziando dalla bigiotteria al cucito creativo, dalla decorazione al découpage, dai lavori a maglia, alle macchine per cucire, al ricamo e al merletto, passando per la pittura, la ricchissima gamma di filati, lane e tessuti, oggettistica country, paste modellabili, ceramiche, patchwork, quilting, saponi, stencil, vetro e tanto altro ancora.

Sin dal suo esordio nell’autunno del 2008 alla Fiera di Bergamo (dove poco più di un mese fa ha festeggiato la 26esima edizione nel capoluogo orobico, andando in scena in primavera e in autunno), la kermesse è diventata ben presto un evento di riferimento per il settore, debuttando nel 2012 anche alla Mostra d’Oltremare di Napoli, per soddisfare le tante richieste provenienti dal Sud Italia. Creattiva ha il grande merito di riunire almeno tre generazioni diverse, ma tutte accomunate dalla grande passione di creare con le proprie mani prodotti davvero unici e in grado di emozionare chi li realizza e chi ha il piacere di riceverli in regalo. Molti i gruppi che, riuniti in associazioni o nati spontaneamente negli anni, si organizzano per raggiungere Napoli da gran parte dell’Italia, isole comprese.

“Siamo molto felici di aver scelto oltre dieci anni fa la Mostra d’Oltremare quale seconda casa di Creattiva, facilitando così le tante appassionate delle arti manuali del Sud Italia che non riescono per mille motivi a venire a Bergamo – sottolinea Luciano Patelli, presidente di Promoberg –. Napoli è una delle più importanti città del nostro Paese e rappresenta ottimamente un territorio ricco di storia, cultura e fantasia. In tale contesto, l’evento va ben oltre il pur rilevante aspetto fieristico, rappresentando un importante luogo di confronto e condivisione. Ringrazio le imprese per la fiducia accordata in un contesto economico ancora molto complicato. Sottolineo la proficua collaborazione in atto sin dalla prima edizione con la Mostra d’Oltremare, oggi rappresentata dal presidente Remo Minopoli e dal consigliere delegato Maria Caputo. Una sinergia tra due realtà del sistema fieristico italiano che dimostra come sia possibile sviluppare con buoni risultati dei progetti comuni anche tra società apparentemente in concorrenza, ma in realtà (è il nostro caso), concordi nel voler promuovere e sostenere le imprese e i relativi territori per il bene di entrambi. Un grazie non formale, infine, anche al Comune di Napoli, nella persona del sindaco Gaetano Manfredi e dell’assessora alle Politiche giovanili e al Lavoro, Chiara Marciani. Con le giunte di Palazzo San Giacomo abbiamo sempre sviluppato collaborazioni e confronti molto costruttivi, ne è conferma il Patrocinio concesso anche quest’anno. Creattiva ha trovato a Napoli quell’ambiente ideale per allestire nel migliore dei modi anche lontano da Bergamo una manifestazione così tanto amata e partecipata”.

“Ogni edizione di Creattiva ha il merito di sapersi rinnovare, proponendo aree e temi nuovi molto apprezzati dal pubblico– sottolinea Carlo Conte, direttore operativo Promoberg -. Quest’anno, ad esempio, debutta a Napoli ‘Casa Creattiva’, una nuova area firmata Promoberg con corsi gratuiti che consentono di scoprire tecniche e idee per allestire la tavola nelle giornate di festa. Grande attesa anche per le iniziative allestite nell’area Ricamo e per l’atelier del Crochet, una delle tante tecniche che la manifestazione ha riproposto con successo anche alle nuove generazioni. Cito, infine, il ‘Quilting Day’ in programma sabato 12 novembre: un evento dedicato alle tante appassionate di patchwork, ma soprattutto a chi non ha avuto ancora modo di conoscere tale tecnica, nel segno della condivisione tanto amata e promossa dalla nostra manifestazione”.

“Si rinnova con Creattiva un appuntamento importante nel segno di un significativo rapporto con Bergamo– dice Remo Minopoli, presidente di Mostra d’Oltremare Spa -.  La Fiera delle Arti Manuali è un forte momento attrattivo per il pubblico di hobbisti, con la possibilità di dar forma alla loro creatività attraverso i numerosi corsi in Fiera. Ma al tempo stesso è anche una vetrina per centinaia di aziende dall’Italia e dall’estero”.

“Il rapporto con Promoberg, attraverso Creattiva, ci permette di consolidare l’asse con Fiera di Bergamo– aggiunge Maria Caputo, consigliera delegata di Mostra d’Oltremare Spa -. Una partnership che apre interessanti prospettive e sinergie per una fiera che guarda all’Europa e il polo fieristico napoletano, mediterraneo per storia e per vocazione”.

“Siamo felici di ospitare a Napoli una fiera che può esaltare la creatività dei giovani, permettendo loro di avere una vetrina che permetta loro di avere una grande visibilità –  sottolinea Chiara Marciani, assessora alle Politiche giovanili e al Lavoro del Comune di Napoli -. Rilanciare il talento delle ragazze e dei ragazzi con dimostrazioni pratiche e corsi tenuti anche dagli espositori che, oltre che mettere in mostra i migliori prodotti, le tecniche e i materiali, offrono ai visitatori il loro prezioso bagaglio di esperienza.  Argomenti, questi, che arricchiscono e coinvolgono gli appassionati, sempre interessati a nuovi materiali e tecniche e che possono offrire uno stimolo ad elaborare nuove creazioni, senza dimenticare però la riscoperta e la valorizzazione delle antiche professioni”.

I PRINCIPALI EVENTI DI NAPOLI CREATTIVA 2022

Uno dei plus che caratterizzano da sempre la storia di Creattiva è il saper abbinare alla ricca area espositiva (in cui trovare e acquistare di tutto e di più tra il meglio della produzione di chi si occupa del ‘fatto a mano’) un altrettanto nutrito calendario di eventi collaterali: corsi, dimostrazioni, laboratori e work shop allestiti dagli organizzatori e dagli espositori direttamente nei loro stand, per consentire al pubblico di trasformarsi nel vero protagonista della manifestazione, imparando e realizzando con le proprie mani tantissimi oggetti nel segno della creatività e della manualità all’ennesima potenza.

Le aree gestite da Promoberg prevedono corsi gratuiti (previo acquisto ticket ingresso Creattiva). I corsi, le dimostrazioni e le diverse attività proposte direttamente dagli espositori sono invece gestite autonomamente dalle stesse, che fissano anche gli orari e gli eventuali costi.

Programma corsi e dimostrazioni: https://www.fieracreattiva.it/napoli-creattiva/programma-corsi/
Di seguito alcune dei temi di Napoli Creattiva 2022, partendo dalla novità ‘Casa Creativa’.

Casa Creattiva: Decora la Tavola delle Feste – Nella nuova area allestita a Napoli Creattiva le appassionate possono partecipare a numerosi corsi durante i quali poter scoprire tecniche e idee per allestire la ‘tavola delle grandi feste’. I corsi durano circa un’ora e sono gratuiti, previo acquisto ticket ingresso Creattiva. Con i preziosi consigli dell’esperto Tommaso Bottalico e del suo staff si realizzeranno segnaposti, ferma tovaglioli e piccoli centrotavola, utilizzando diversi materiali come carta, feltro, legno, stoffa, termovinile e nastri decorativi. Tema dei corsi: Feste in montagna, Segnaposto Stella di Natale, Decorazione per piatto fiori invernali, ferma-tovagliolo Il Cappellaio matto, la tavola elegante Beldamasco. Main partner dell’iniziativa è Siser, azienda leader nella produzione di materiali termotrasferibili per applicazioni su tessuti. Portale corsi Decora la tavola: https://www.fieracreattiva.it/napoli-creattiva/casa-creattiva/

Atelier del Crochet “Tutto uncinetto: prepariamoci al Natale” – Presentazione delle proposte decorative più innovative e di tendenza ispirate al Natale e realizzate con un mix di tecniche tessili (una tra tutte il crochet).  A cura dell’artista e designer triestina Luisa De Santi, di Crochetdoll.

Area Ricamo – Scuole, istituti e associazioni provenienti da tutta Italia sono pronti a svelare alle partecipanti di Napoli Creattiva tutti i segreti dell’arte del ricamo e del merletto; in mostra anche numerose opere realizzate interamente a mano. Il programma prevede nell’arco delle tre giornate dozzine di corsi e dimostrazioni, per consentire al pubblico di toccare con mano e ascoltare preziosi consigli direttamente dagli esperti del settore, depositari di antiche tradizioni e rare abilità manuali.

Quilting Day – Tra i tanti ‘eventi nell’evento’ di Napoli Creattiva citiamo il “Quilting Day”, ovvero una giornata (sabato 12 novembre) promossa in collaborazione con l’associazione Quilt Italia dedicata al patchwork. Un momento di incontro, di condivisione e di amicizia tra le tante appassionate di questa originale lavorazione; una giornata da trascorrere insieme perché in gruppo si può dare vita a cose meravigliose! La giornata sarà incentrata su un tema di grande interesse: il Siddi Quilt, un’antica tecnica patchwork di origine africana, portata poi in India in tempo di schiavitù. Lavorata ai nostri giorni in particolare dalle donne della popolazione Siddi, questa antica tecnica affascina sempre più persone per la sua storia, unica e coinvolgente.
Quilt Italia è l’associazione nazionale italiana che coordina ed organizza singole persone e gruppi di individui per diffondere la passione e la conoscenza del Patchwork e del Quilting. In ambito internazionale, rappresenta ufficialmente l’Italia all’interno dell’EQA, l’associazione europea di quilting, di cui la stessa Quilt Italia fa parte dal 1997. Da sempre collabora con Creattiva, allestendo sempre nuovi eventi.

Orari – Venerdì e sabato dalle ore 10 alle ore 19; domenica dalle ore 10 alle ore 18.30

Biglietti – I ticket sono acquistabili direttamente presso le casse della Mostra d’Oltremare, oppure (con tariffe agevolate) online al seguente link: https://www.fieracreattiva.it/napoli-creattiva/date-orari-costi.

L’ingresso consigliato (in quanto il più vicino ai padiglioni 5 e 6), è quello di Viale Kennedy 54. È attiva anche una seconda biglietteria presso l’ingresso di Piazzale Tecchio.

Biglietti presso le casse: intero 9 euro; ridotto plus (bambini 10-13 anni; over 65 anni; gruppi 25+ persone) 7 euro; Happy hour (ingresso a partire dalle ore 17 valido solo venerdì e sabato) 5 euro.

Biglietti online: intero 8 euro; ridotto plus (bambini 10-13 anni; over 65 anni; gruppi 25+ persone) 6 euro; Happy hour (ingresso a partire dalle ore 17 valido solo venerdì e sabato) 4 euro. Ridotto espositore (acquistabile solamente online con invito dell’espositore): 6 euro.

Ingresso gratuito: bambini da 0 a 9 anni compiuti; docenti (solo con registrazione sul portale ‘speciale docenti’ entro le ore 18 di giovedì 10 novembre, link: https://www.fieracreattiva.it/napoli-creattiva/speciale-docenti/); persone con invalidità al 100% + n. 1 accompagnatore che avrà diritto alla stessa tipologia di biglietto. Domenica 13 novembre ingresso gratuito dalle ore 17 previa registrazione online

Info: www.fieracreattiva.it/napoli-creattiva/

Organizzazione: Promoberg Srl, con il supporto della Mostra d’Oltremare di Napoli e il Patrocinio del Comune di Napoli.

fonte:napolitoday