mercoledì , 1 Febbraio 2023

L’ORO DI NAPOLI

(L)oro di Napoli: visita guidata per scoprire le storie e le tradizioni dal Decumano del Mare

Un bellissimo giro tra la basilica santuario del Carmine Maggiore, l’antica piazza Mercato, la chiesa di Sant’Eligio Maggiore, il MOArt – Museo Orafo e Artigianato, la chiesa di San Giovanni a Mare e la storica area orafa del Borgo Orefici: luoghi bellissimi di ricchi di bellezze nascoste.

Mercoledì 4 gennaio 2023 alle ore 10 si terrà una speciale visita guidata, da non perdere, che ci consentirà di fare un viaggio nel tempo attraverso la storia di Napoli in compagnia di una guida abilitata dalla Regione Campania.

Una bella passeggiata che ci consentirà di riscoprire le bellezze nascoste a Napoli della zona di Sant’Eligio e del Borgo Orefici, zone storiche e bellissime della città.

Un evento importante organizzato da enti e associazioni della zona come le Antiche Botteghe Mercato, la Scuola Orafa La Bulla e il Consorzio Antico Borgo Orefici che ci consentirà di (ri)scoprire una zona bellissima e storica della città di Napoli.

(L)oro di Napoli: storie e tradizioni dal Decumano del Mare

La visita partirà dal barocco napoletano del XIII secolo della basilica santuario del Carmine Maggiore raccontando poi sul posto l’antica piazza Mercato, un grande centro commerciale all’aperto, per secoli teatro perfino di esecuzioni capitali e celebre per essere stata il luogo dove ebbe inizio la rivoluzione di Masaniello. Poi si vedrà la vicina chiesa di Sant’Eligio Maggiore dallo stile gotico e con il suo iconico campanile, custode di meravigliose leggende cinquecentesche.

Non mancherà una visita al MOArt – Museo Orafo e Artigianato presso Palazzo La Bulla, sede del polo orafo omonimo che tramanda ai giovani aspiranti artisti la secolare tradizione dell’oreficeria napoletana. Poi un “salto” alla chiesa di San Giovanni a Mare, testimonianza dell’architettura medievale napoletana, la più significativa opera romanica a Napoli, dove è presente la “testa di Napoli” ritenuta dai popolani oggetto sacro e simbolo stesso del complesso destino della città. La visita si chiuderà nella storica area orafa del Borgo Orefici in visita alle antiche botteghe artigiane.