domenica , 2 Ottobre 2022

L’Epifania tutte le feste porta via…ed i kili chi li porta via?

Quante volte avete ripetute le fantomatiche frasi: “a Gennaio inizio la dieta”, “a Gennaio inizio la palestra”, “a Gennaio cambio le mie abitudini di vita”, e chi più ne ha più ne metta. Bene, Gennaio è oggi e, se vogliamo dirla tutta, oggi è il Gennaio più Gennaio di tutti, perché è il primo Lunedì dell’anno nuovo, dopo l’Epifania. Diciamoci la verità: chi è che il Primo Gennaio decide di mettersi a dieta?

La Befana ha portato via con sé tutte le feste, che però a noi hanno lasciato quei bei kiletti in più accumulati prima e durante questi giorni. Ora che iniziamo già a sentire odore di mare e le note della prossima hit estiva di Enrique Iglesias, tutti siamo già proiettati verso la prova costume.

Allora, come e cosa fare per rimettersi in sesto dopo le festività natalizie?

Partiamo da cosa sicuramente NON bisogna fare:

  • Non bisogna digiunare, seguire la dieta o il prodotto della fashion blogger di turno: non esistono pozioni magiche, ma solo un po’ di pazienza e forza di volontà;
  • Non ha senso iniziare alcuna dieta “detox”: l’unica cosa che vi “depurerà” sarà il lavoro dei vostri reni ed il vostro fegato. Ma poi da cosa avete bisogno di depurarvi?
  • Non fare diete drastiche fai da te, in cui si eliminano solo pane e pasta: non serve a nulla, in quanto dimagrirete solo velocemente nelle prime settimana, ma vi stancherete in fretta della dieta che abbandonerete poco dopo, riprendendo tutti i kg persi più i contributi;
  • Non seguire le diete del cugino, della sorella, della vicina, ecc…: se volete iniziare un percorso nutrizionale affidatevi ad un professionista che possa creare un piano per voi personalizzato sulla base delle vostre esigenze, patologie, ritmi di vita e gusti personali. Questo permetterà prima di tutto di evitare possibili problemi alla vostra salute e di rendere la dieta sostenibile nel tempo.

Quello che invece è sicuramente utile, è:

  • Iniziare a ridurre i quantitativi di zuccheri semplici (dolci, merendine, snack e prodotti da forno) e grassi saturi (merendine, prodotti da forno, affettati, formaggi e latticini) che nuocciono alla nostra salute, oltre che fornire kcal in eccesso;
  • Consumare 5 porzioni al giorno tra frutta e verdura, fonte di fibre, che aumentano il senso di sazietà ed aiutano nella regolazione del peso corporeo, e di acqua, Sali minerali e vitamine;
  • Bere almeno 2 L al giorno di acqua, proprio per aiutare le funzioni metaboliche del nostro organismo e, dunque, dei nostri organi “detox” fegato e reni;
  • Consumare 2-3 porzioni a settimana di pesce ed 1-2 porzioni a settimana di carne, di cui 1 (anche ogni 15 giorni) di carne rossa;
  • Consumare 1-2 porzione al giorno di cereali (pasta, riso, pane, ecc…), preferibilmente integrali ;
  • Consumare pasti bilanciati che prevedano la presenza di tutti i macronutrienti (carboidrati, grassi e proteine), in maniera tale da saziarsi a sufficienza senza dover “spiluccare” durante tutta la giornata: una giornata tipo potrebbe essere costituita a pranzo con un piatto di cereali (carboidrati) e legumi (carboidrati e proteine), olio extravergine d’oliva (grassi), verdura e frutta (fibre e carboidrati) ed a cena con un secondo piatto (proteine), una porzione di pane o patate (carboidrati), olio extravergine d’oliva (grassi), verdure e frutta (fibre e carboidrati);
  • Consumare prodotti di stagione e locali;
  • MUOVERSI, che non significa necessariamente andare in palestra, ma basterà anche una camminata a passo svelto o iniziare ad assumere delle abitudini che prevedano uno stile di vita attivo, come prendere le scale e non l’ascensore o spostarsi a piedi e non per forza in automobile.

Se ovviamente necessitate di consigli più specifici, perché soffrite di patologie particolari o volete dei quantitativi specifici per il vostro singolo caso, il mio consiglio è quello di non farvi abbindolare da personal trainer, estetiste o i vari personaggi che dilagano sui social network, ma di affidarvi a figure che hanno studiato per questo, quali il biologo nutrizionista, il medico nutrizionista o il dietista.

E mi raccomando, non procrastinate ancora: iniziate oggi, perché la salute inizia a tavola!

 

Dott.ssa Maria Casillo

Biologa Nutrizionista