domenica , 21 Aprile 2024

TRIANON VIVIANI, STEFANO VENERUSO in “TROISI poeta MASSIMO” > sabato 4 novembre, ore 21

fondazione

direzione artistica Marisa Laurito

Trianon Viviani, Stefano Veneruso in “Troisi poeta Massimo

Sabato 4 e domenica 5 novembre, nel 70° anniversario della nascita dell’attore di san Giorgio a Cremano,
il nipote ripercorre la vita artistica e privata dell’artista 

Sabato 4 novembre, alle 21, il Trianon Viviani – diretto artisticamente da Marisa Laurito, ospita “Troisi poeta Massimo”, uno «spettacolo teatrale con inediti», che è un «viaggio nella vita artistica e privata di Massimo Troisi», nel settantesimo anniversario della nascita dell’attore, regista e sceneggiatore di san Giorgio a Cremano.

Ne è autore, regista e interprete il nipote Stefano Veneruso.

Lo spettacolo sarà replicato domenica 5 novembre, alle 18.

Tra parole e immagini, molte delle quali inedite e provenienti dall’archivio privato della famiglia, Troisi poeta Massimo ricostruisce la magnifica carriera dell’artista, la sua straordinaria poetica applicata al suo cinema, i suoi racconti, i monologhi e la storia dell’antico gruppo della Smorfia, tra poesie inedite, interviste, canzoni e testi autobiografici.

«Massimo era il quinto di sei figli e mia madre Annamaria era la sua sorella maggiore – racconta Veneruso –; con lui avevamo quindici anni di differenza, lui del ‘53 e io del ’68, e anche se in famiglia nessuno era artista, allo stesso tempo artisti lo erano e lo sono un po’ tutti, artisti per come affrontavano e affrontano la vita».

Lo spettacolo ha debuttato con Giancarlo Giannini al Giffoni festival (2012) e, nel corso degli anni ha avuto diversi interpreti, riscuotendo sempre un grande successo di critica e di pubblico, replicando per oltre due settimane al teatro dei Dioscuri al Quirinale di Roma e nel cortile del Maschio Angioino nell’àmbito della rassegna Estate a Napoli 2019.

Troisi poeta Massimo è prodotto da 30 Miles film e vede in scena, con Veneruso, Alessandra TumolilloAlessandra Guidotti e Stefano Napoli.

Lo spettacolo al Trianon Viviani è in collaborazione con la Città di san Giorgio a Cremano.

Prima della replica, domenica 5 novembre, alle 17, si terrà la presentazione del libro “Massimo Troisi. Il mio verbo preferito è evitare” dello stesso Veneruso, edito recentemente da Rizzoli. L’incontro vedrà Enzo Agliardi dialogare con l’autore. I partecipanti alla presentazione potranno acquistare il biglietto di Troisi poeta Massimo a un prezzo ridotto.

Regista, sceneggiatore e produttore, Stefano Veneruso esordisce giovanissimo come assistente alla regia del film Il Postino (1994) e dirige il Backstage, che viene distribuito in tutto il mondo, vincendo diversi premi. Nel 2022 è ideatore e direttore artistico della mostra collettiva di arte contemporanea I volti di Massimo Troisi al Mann – museo Archeologico Nazionale di Napoli ed è regista, sceneggiatore e produttore del film Da domani mi alzo tardi, ispirato dalla vita di Massimo Troisi, con John Lynch e Gabriella Pession, nel quale è presente un brano inedito dal titolo Sirenuse, cantato da Pino Daniele. Dopo l’anteprima mondiale al Mann, è stato proiettato alla Camera dei Deputati e al Senato della Repubblica, in presenza delle massime autorità istituzionali. Nel 2023 il film viene selezionato al Giffoni film festival e vince i premi Charlot e Trani festival del Cinema e del Mare. Nello stesso anno dirige e produce il docufilm Speciale “Il Postino” – Uno sguardo dentro (1994-2024).

biglietti e abbonamenti

I biglietti sono acquistabili presso il botteghino del teatro, le prevendite autorizzate e online sul circuito AzzurroService.net.

Il botteghino è aperto dal lunedì al sabato, dalle 10 alle 13:30 e dalle 16 alle 19; la domenica, dalle 10 alle 13:30. Telefono 081 0128663, email boxoffice@teatrotrianon.org.

Presso il botteghino è inoltre possibile acquistare ancòra l’abbonamento alla stagione teatrale, scegliendo tra le tre formule di sottoscrizione predisposte.

Il cartellone si compone di sessanta spettacoli, musicali e teatrali, raccolti in sette sezioni. Vi partecipano grandi nomi della musica napoletana e giovani cantautori partenopei, volti noti del teatro e del cinema, nonché artisti internazionali. Oltre all’immancabile approfondimento sull’opera di Raffaele Viviani, a cui è dedicato il teatro di Forcella, il nuovo cartellone ospita uno spazio particolare dedicato alla stand up comedy, con comici italiani molto seguiti sui canali social.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.