venerdì , 23 Febbraio 2024

Nel carcere di Nisida ritorna la Cantata dei Pastori

Durante le festività natalizie ritornerà la Cantata dei Pastori in forma di concerto. Tuttavia, quest’anno ci sarà una grande novità: per la prima volta il concerto, prodotto da Il Canto di Virgilio, verrà ospitato nel carcere di Nisida il mercoledì 27 dicembre alle 18 presso la chiesa di S. Maria a mezza Costa. Grazie al supporto della polizia penitenziaria che si occuperà di gestire le presenze, lo spettacolo sarà aperto sia ai ragazzi reclusi che al pubblico esterno.

La storia narrata è quella di Giuseppe e Maria che, disperati alla ricerca di un luogo in cui ripararsi, vagano per le campagne di Betlemme. Nel loro cammino, i due sono ostacolati dal malvagio Belfagor, ma vengono protetti dalla spada divina dell’Arcangelo Gabriele. Durante questo difficile viaggio, vengono accompagnati da due figure tipiche del folklore napoletano: Razzullo, uno scrivano napoletano assoldato per il censimento, e Sarchiapone, un personaggio comico e deformità inserito successivamente nella tradizione popolare. L’opera teatrale, pubblicata nel 1698, è l’opera più famosa dello scrittore Andrea Perrucci. Rappresentata a Napoli per più di tre secoli, il testo nacque come contrapposizione agli spettacoli “paganeggianti e blasfemi” che distoglievano la popolazione dai festeggiamenti del Santo Natale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ciao, Scrivici