sabato , 15 Giugno 2024

Casa Decorata con soggetti ispirati alla Guerra di Troia a Pompei

Gli scavi in corso presso il grande parco archeologico di Pompei continuano a sorprenderci: recentemente è stato ritrovato all’interno di una casa un grande salone da banchetto dipinto di nero, con pareti decorate con eleganti soggetti ispirati alla guerra di Troia. Questa straordinaria scoperta nell’insula 10 della Regio IX di Pompei ha riportato la città vesuviana alla ribalta mondiale.

Il salone nero da banchetto presenta affreschi e mosaici raffiguranti eroi e divinità della guerra di Troia, con soggetti mitologici ispirati all’antica Grecia. Oltre a Helen e Paride, è stata ritrovata la figura di Cassandra, figlia di Priamo, in coppia con Apollo. Si tratta di un ambiente elegante all’interno di una casa di prestigio, con pareti nere per evitare che il fumo delle lucerne si depositasse sui muri. Il salone misura circa 15 metri di lunghezza per 6 di larghezza ed è collegato a un cortile.

I lavori di scavo finora condotti nell’area hanno portato alla luce due abitazioni collegate tra loro, una delle quali con panificio e lavanderia, affacciate su via Nola. I lavori continuano e siamo ancora in attesa di altre meraviglie che questa città distrutta dall’eruzione del Vesuvio ci potrà restituire. Finora sono stati ritrovati oltre 13.000 ambienti in 1070 unità abitative, oltre agli spazi pubblici e sacri.

Per immergerti nelle rovine di Pompei, visita gli scavi e cammina lungo antiche strade, esplora abitazioni millenarie e ammira affreschi che hanno resistito al tempo. Ogni angolo di Pompei racconta una storia unica, dalle abitazioni private ai templi grandiosi, dai teatri agli anfiteatri. Acquistando un biglietto per gli scavi di Pompei, potrai vivere da vicino la quotidianità di una città che, nonostante sia stata distrutta dall’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C., continua a vivere attraverso i suoi straordinari resti.

Non perdere l’opportunità di fare un viaggio nel passato: lasciati incantare dalla storia viva di Pompei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.